BRANDO


La nascita e la formazione

Ildebrando Casciotta (BRANDO) nasce a Castel Gandolfo nel 1952. La sua produzione artistica vede realizzate le prime opere sotto la guida di Paolo Eleuteri Serpieri; al 1968 si possono far risalire le prime significative realizzazioni pittoriche e ceramiche, con la partecipazione a mostre e rassegne, mentre è di poco successivo l’approccio alla tecnica dell’arte musiva.

Incontri proficui furono quelli con Turcato e con il maestro Toti Scialoia.

L’indirizzo architettonico progettuale si sviluppa sotto la guida dei Maestri Luigi Pellegrin e Marcello d’Olivo. Nell’atto progettuale comincia a confluire una serie complessa di elementi, dall’arredo alla progettazione architettonica, dai pavimenti musivi all’oggettistica. Matura inoltre un profondo dialogo con il critico Filiberto Menna che rimarrà per l’artista un forte punto di riferimento.

Negli ultimi anni una parte del suo lavoro è rivolta alla realizzazione di opere monumentali – Sant’Angelo in Vado- CastelGandolfo- Santa Fiora.



BRANDO OGGI

Risultati della ricerca:

Nell’evoluzione del maestro Brando si evidenziano risultati di crescente interesse che spaziano dall’arte al design. 

Egli stesso ha curato realizzazioni che hanno raggiunto un notevole sviluppo creativo con riconoscimenti sia in Italia che all’estero. Al fianco dell’attività puramente artistica, egli ha intravisto la possibilità di inserire nel mondo del mercato piccoli oggetti d’arredo realizzati con tecniche all’avanguardia. Si tratta di opere in mosaico tridimensionale, che possono dare vita a lampade, porta oggetti, addirittura a maschere di carnevale.

    
Mosaico in fase di esecuzione

L’artista ha inoltre ideato, progettato e brevettato un sistema di taglio delle tessere per la realizzazione del mosaico che, per le sue peculiarità, non produce polveri di marmo durante il taglio.

Infine l’artista Brando utilizza, nel suo laboratorio artistico, tecniche innovative con l’uso di macchinari specifici (forni ecc.) per la ricerca di nuove soluzioni da adottare e sperimentare nella creazione di oggetti di mosaico tridimensionale, nella cottura della ceramica-mosaico, nonché nella produzione di oggetti artistici in vetro. Dal 1990 è stato recensito sulle migliori riviste di arredo italiane.